News dalla scienza

a cura della redazione di

NUTRA HORIZONS

Microbiota orale: scoperto anello di congiunzione tra sindrome metabolica e parodontopatia

1/11

La prevenzione e il trattamento della parodontopatia potrebbero contribuire a diminuire l’incidenza della sindrome metabolica (SM). Infatti secondo uno studio condotto utilizzando

Porphyromonas gingivalis, che induce infezione parodontale, tali batteri si sono dimostrati in grado di alterare i livelli di tessuto adiposo intramuscolare e l’assorbimento del glucosio nel muscolo scheletrico attraverso un’alterazione del microbiota intestinale...

Leggi di più...

Le mele sono tra i frutti più consumati al mondo. Studi di carattere epidemiologico, che per loro natura non permettono di dimostrare una reale relazione di causalità tra i fenomeni osservati, mostrano un’associazione negativa tra il consumo regolare di mele e i livelli di alcuni marker infiammatori, considerati fattori di rischio per le patologie cardiovascolari. L’azione antinfiammatoria di questi frutti è attribuita principalmente all’elevato contenuto di sostanze...

Leggi di più...

2/11

In soggetti con eccesso ponderale si evidenzia il potenziale ruolo antinfiammatorio delle mele  

Supplementi nutrizionali orali, un salvavita che merita l’ingresso nei Lea 

Un paziente su tre in ospedale o nelle Rsa risulta malnutrito o a rischio di malnutrizione. Peggio: il 20% dei decessi in ambito oncologico avviene per motivi correlati a carenze nutrizionali. Senza dimenticare i rischi di una cattiva alimentazione in caso di malattie neurodegenerative, respiratorie, gastroenterologiche, polmonari, renali, cardiache, epatiche o infettive, come nel caso di...

Leggi di più...

3/11

Probiotici “camuffati” da lieviti stimolano l’immunità mucosale e prevengono le infezioni intestinali 

La somministrazione orale di probiotici “camuffati” all’interno di una membrana estratta da lieviti e ricca di beta-glucani, strategia ideale per favorire la fagocitosi, ha mostrato un effetto positivo nella regolazione del microbioma intestinale. L’azione è da ricondurre alla stimolazione della risposta immunitaria a livello delle placche di Peyer, ossia aggregati di follicoli linfonodali, con conseguente impatto su componente batterica, promozione dell’integrità della barriera e difesa contro patogeni o infezioni sistemiche. È quanto si può riassumere dallo studio coordinato da Sisi Lin del Shanghai...

Leggi di più...

4/11

Il microbiota intestinale visto sotto la lente dell’evoluzione 

Leggi di più...

5/11

L’industrializzazione, oltre a incidere sul nostro stile di vita, ha un impatto anche sul microbiota intestinale in diversi modi, con conseguenze sulla salute dell’ospite. Il ritorno a una condizione “ancestrale” non sembrerebbe però sempre possibile o vantaggiosa. Molto dipende infatti dalla plasticità del microbioma individuale e dalla risposta agli stimoli. È quanto conclude il commento da parte di Rachel N. Carmody e colleghi della Harvard University, di recente pubblicato su Science...

Lo studio delle feci antiche rivela l’estinzione dei batteri intestinali 

In uno studio pubblicato su Nature, i ricercatori hanno analizzato il DNA antico da coproliti, o feci conservate, trovati sul retro di ripari di roccia in Utah e Messico. I dati danno agli scienziati il loro primo buon sguardo alle antiche comunità batteriche intestinali. Essi suggeriscono che nel corso dell’ultimo millennio, l’intestino umano ha sperimentato un “evento di estinzione”, perdendo decine di specie e diventando significativamente meno diversificata. I risultati suggeriscono anche che abbiamo perso un sacco di nostri aiutanti microbici nel recente passato, e il nostro corpo potrebbe non aver...

Leggi di più...

6/11

Da Napoli il progetto “FENNEL” per favorire l’utilizzo degli scarti del finocchio ai fini della bioeconomia  

Il progetto “FENNEL – FavorirE l’utilizzo degli scarti del fiNocchio ai fini della BioEcoNomia utilE allo sviluppo delle imprese agricole” si propone di valorizzazione l’ingente biomassa di scarto proveniente dalla lavorazione del finocchio, in un’ottica di sviluppo delle imprese della filiera e secondo i principi dell’economia circolare. Corretta alimentazione, tutela dell’ambiente, sostenibilità, economia circolare: terminologie che la pandemia ci ha reso ancora più familiari nell’intento di preservare l’ecosistema che ci circonda.
Il progetto vede coinvolti in prima linea Fondazione Idis-Città della...

Leggi di più...

7/11

Scoperte le proprietà antitumorali dell’avocado   

Scienziati statunitensi e canadesi hanno trovato nel frutto un composto con la capacità di inibire un enzima che promuove la crescita delle cellule leucemiche maligne. Gli avocado offrono un indizio per creare un trattamento meno aggressivo per la leucemia o il cancro del sangue, secondo un nuovo studio dell’Università di Guelph in Ontario, Canada. La ricerca si è concentrata sulla leucemia mieloide acuta (LMA), la forma più devastante di questo tipo di cancro. Nella maggior parte dei casi, la malattia si verifica nelle persone di età superiore ai 65 anni e meno del 10% dei pazienti sopravvive cinque anni dopo la diagnosi...

Leggi di più...

9/11

Quante microplastiche si accumulano nell’organismo? Un nuovo modello per provare a scoprirlo   

Ogni giorno gli esseri umani sono esposti alle microplastiche, che entrano nell’organismo attraverso il cibo, l’acqua, l’aria e gli innumerevoli materiali plastici con i quali entrano in contatto. Una porzione di queste particelle viene escreta attraverso le feci, ma in parte si accumulano. Le domande cui è urgente rispondere sono: fino a che punto? E con quali conseguenze sulla salute?

Se sugli effetti ci sono solo indizi piuttosto vaghi derivanti da ricerche frammentarie, sulle quantità accumulate iniziano a esserci dati leggermente più consistenti. Partendo da questi, e nello...

Leggi di più...

10/11

Cavolo cinese sulla Stazione Spaziale Internazionale    

Gli astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale hanno recentemente goduto di una nuova fornitura di verdure a foglia verde, grazie in gran parte agli sforzi di Michael Hopkins, membro dell’equipaggio della Expedition 64. Il comandante della missione SpaceX Crew-1 della NASA ha preso l’iniziativa di condurre quattro esperimenti sul sistema di produzione vegetale (Veggie) e gli ultimi due si sono conclusi dopo il raccolto del 13 aprile. VEG-03K e VEG-03L hanno testato una nuova coltura spaziale, la senape “Amara”, e una coltura precedentemente coltivata, il pak choi “Extra Dwarf”. Sono stati coltivati per 64 giorni, le verdure a foglia verde...

Leggi di più...

11/11

Olivo: il CREA completa il sequenziamento del genoma

Aperte nuove prospettive nel miglioramento genetico, per la sostenibilità, il contrasto alle malattie e ai cambiamenti climatici. Sequenziata la varietà Leccino, tra le più diffuse nell’ambito del progetto Olgenome. Anche il genoma dell’olivo non ha più segreti: dopo tre anni di studi e sperimentazioni condotti nell’ambito del progetto Olgenome, il CREA – con il suo Centro di Ricerca Olivicoltura, Frutticoltura e Agrumicoltura – presenta oggi il sequenziamento completo del genoma dell’ulivo, varietà Leccino, tra le più diffuse. “Mi complimento con il CREA per aver portato a termine questo importante risultato - afferma Filippo Gallinella...

Leggi di più...

8/11